Trionfo di Sapori

  • Comune di Savigliano Irpino
    Savignano
    Irpino
    capofila
  • Comune di Casalbore
    Casalbore
  • Comune di Greci
    Greci
  • Comune di Montaguto
    Montaguto
  • Comune di Montecalvo Irpino
    Montecalvo
    Irpino
  • Comune di Zungoli
    Zungoli

news34652

Dalla vita dell'apostolo di Gesù ai versi dell'Abate Luigi Lauda: un dramma denso di devozione.

 

Ogni anno, in concomitanza con la festa patronale del 25 agosto, viene rappresentato dagli abitanti di Greci il Dramma Sacro di San Bartolomeo Apostolo, una rielaborazione teatrale del martirio del Santo. La rappresentazione affonda le proprie radici nel tardo Medioevo, quando il dramma veniva improvvisato da attori locali seguendo canovacci di ispirazione popolare. Alla fine del XIX secolo, il dramma fu messo in versi dall'Abate Luigi Lauda. Questi adottò come riferimento il Saul di Alfieri, da cui trasse ispirazione per la metrica ed il linguaggio. Una prima edizione dell'opera fu stampata nel 1881, mentre quella attualmente adottata fu pubblicata nel 1941 a New York da emigranti del paese. L'opera, che si compone di cinque atti, narra in primo luogo dell'arrivo di San Bartolomeo in Armenia e della conversione del re Polimio al Cristianesimo. Quindi della cattura del Santo da parte del fratello di Polimio, l'usurpatore Astiage, che, istigato dai sacerdoti locali, condanna al martirio l'Apostolo. Infine, del duello tra Polimio ed Astiage, della morte di quest'ultimo e della definitiva conversione del regno al cristianesimo. Questa rappresentazione, organizzata dalla Parrocchia e dal Comitato Festa, con replica nelle ore serali, avviene con il patrocinio ed il contributo finanziario della Comunità Montana dell'Ufita, e fa sì che le popolazioni limitrofe accorrano in massa per assistere al Dramma. In concomitanza con la manifestazione si svolge anche la Fiera Nazionale del bestiame e di articoli vari.


Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.