Trionfo di Sapori

  • Comune di Savigliano Irpino
    Savignano
    Irpino
    capofila
  • Comune di Casalbore
    Casalbore
  • Comune di Greci
    Greci
  • Comune di Montaguto
    Montaguto
  • Comune di Montecalvo Irpino
    Montecalvo
    Irpino
  • Comune di Zungoli
    Zungoli

prodotto-tipico

 

Il formaggio che regna nella tradizione Casalborese

Il Pecorino Laticauda si riconosce tra molti altri per il suo particolare aroma e l'inconfondibile sapore dovuto alle erbe spontanee dei pascoli dove vengono allevate le pecore della razza Laticauda, al giorno d'oggi a rischio d'estinzione. Uno dei luoghi d'elezione per la produzione di questo incredibile prodotto é Casalbore, comune irpino arroccato attorno alla sua torre, dove, ancora oggi, sono vive le antiche tecniche di lavorazione utilizzate per il Pecorino Laticauda. Derivato dal latino, il termine "Laticauda" significa "coda grossa", chiaro riferimento alle dimensioni della coda che contraddistingue la Pecora Laticauda. Essa è, infatti, il risultato di incroci casuali tra le locali pecore appenniniche e la pecora Berbera di origine Nord-Africana, importata durante il periodo borbonico, da cui ha ereditato alcuni tratti come appunto la coda grossa. Il Pecorino Laticauda, dunque, oltre alle pregiate qualità organolettiche e al suo sapore forte e deciso, vanta anche la derivazione dal latte di una razza di pecora unica, elemento che ne esalta maggiormente la peculiarità. Il latte fresco appena munto viene riscaldato fino ad una temperatura di 35/40 gradi, dopodiché viene introdotto il caglio di agnello di Laticauda. La cagliata ottenuta in tal modo viene rotta e i piccoli grumi che si formano a seguito di questa operazione vengono asportati manualmente e deposti nelle fascere. Lì vengono pressati con le dita fino ad ottenere una massa compatta. Infine, il formaggio viene messo in salamoia e già dopo due giorni è pronto per essere mangiato, oppure per ottenere il prodotto semistagionato basta aspettare due mesi prima di consumarlo. Se invece si vogliono apprezzare a pieno l'odore e il sapore di tale prelibatezza bisogna aspettare almeno quattro mesi di stagionatura. Il Pecorino Laticauda, durante la fase di stagionatura, viene lavato con siero bollente e con acqua di pozzo; quando è maturo e comincia a "sudare", emette qualche goccia di liquido, viene unto con olio extra vergine d'oliva, con una mistura di olio e peperoncino piccante oppure con una salsa di peperoni che conferisce al prodotto finale un caratteristico colore rosso. Al termine di quest'ultima fase si ottengono forme che raggiungono anche i 5 Kg di peso, caratterizzate da una consistenza dura, a tratti farinosa, con grana fine e frattura a scaglie, priva di cavità interne e imperfezioni, e da un colore che varia tra il giallo paglierino e il giallo brillante, dall'odore intenso ed un sapore leggermente piccante.

 

Aziende produttirici di Pecorino Laticauda nelle valli del Miscano e del Cervaro

 

Azienda agricola Corso

C.da Creti 18, Casalbore (AV)

Tel. +39 339 538 52 50 - +39 347 180 64 87

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

sito: www.aziendacorso.it

 

Fattoria Licciardi

C.da Taverna Vecchia, Montecalva Irpino (AV)

Tel. e Fax. 0825 87 62 75 - Cell. +39 331 36 30 928

 

Fonte: "La strada dei formaggi e dei mieli d'Irpinia" - Assessorato alla Cultura Regione Campania

 

Se sei un'azienda produttrice di Pecorino Laticauda, contattaci accedendo alla sezione Segnala del sito oppure scrivendoci all'indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.